FedeRossi Uva passa e non saluta

Uva passa e non saluta! Frankie Commando con Diprè

Qui c’è scritto uva passa, vedete… Passa!
Passa, e non saluta!
Ma che ca**o passi a fare!?

Questa è la citazione più famosa della perla che state per vedere (nella qualità più alta disponibile). Si tratta di un video virale girato a Forlì nel 2014 e che in quell’anno ha avuto un fenomenale successo venendo più volte ricaricato in rete.

Questo prodotto divertentissimo è un’unica scena di un video più lungo pubblicato su Youtube da nientepopodimeno che Andrea Diprè; allora sempre in giro per l’Italia alla ricerca di nuovi fenomeni Trash.

Chi è Fede Rossi, il protagonista del video dell’uva passa?

Nonostante l’accento inglese il protagonista di questa scena è italianissimo: si tratta del Bodybuilder Federico Rossi, conosciuto anche come Frankie Commando e presentato da Diprè con lo pseudonimo di Frankie Feticcio.

Il video, infatti, ci mostra in sovraimpressione il link al suo profilo Facebook, che è però cambiato rispetto ad allora.

Un ultimo quesito da risolvere riguarda da presenza del logo di Media Shopping, impresso su questa scena, voi cosa ne pensate?

Meme non lo so rick mi sembra falso

Nonostante sia passato molto tempo noi vogliamo però continuare a ridere con questo bizzarro personaggio dall’accento inglese e con le sue battute sui prodotti culinari!

Perché diciamocelo: fra il flauto che non suona, lo Yo-yo che non torna, l’orecchietta da cui non si sente e le penne che non scrivono lui ha ragione ad agitarsi e a rovesciare tutto!
Che diamine, non si riesce nemmeno a scrivere una lettera al Santo Padre!

E se poi ci si mette pure l’uva che passa e non saluta anche noi ci dobbiamo incazzare!

FONTE: canale Youtube Andrea Diprè Platinum.

Vercingetorige82
Dall'informatica alla filosofia, dalle religioni alla montagna, dalla psicologia alla forgiatura. Per me il Trash è una nuova frontiera del sapere (intanto che sgranocchio merendine atomiche).

Potrebbe piacerti anche!

Video Recenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.