camerino el camaròn

Camerino, el camaròn

Ramses Hatem colpisce ancora col suo trash nonsense ineguagliabile. Tutto è meraviglioso: dalla grafica, alla storia, ai dialoghi mozzafiato. Siamo davanti alla più complessa metafora della vita che si sia mai vista. E’ talmente complessa che non si capisce niente; passiamo infatti dalla triste storia di un gambero angosciato per la sua sorte e confortato inutilmente da un’altra gambera con gli occhiali.

Passiamo poi ad un tizio, che piange guardando al cellulare la storia del camaròn, mentre la terra sotto di lui piange, mentre il mare sotto la terra piange e tutti e tre hanno la faccia di Ramses, in una grottesca Ramception.

Passiamo poi all’evoluzione dell’uomo attraverso i vari stadi della vita, in una sequenza epifanica, come sottolinea anche il nostro YouTuber, che si conclude con un feto e infine un uomo in sarcofago. Nel frattempo, non si capisce bene che cosa dica Ramses nel suo borbottato stream of consciousness.

In buona sostanza, in realtà, si potrebbe riassumere tutto quello che succede, molto brevemente, con un’immagine alquanto illustrativa:

Comunque, (spoiler), Ramses si sveglia sconvolto: era tutto un sogno. Assunto questo, possiamo tranquillamente giustificare la stranezza del soggetto.

Merendinaatomica
Il disagio è il mio pastore.

Potrebbe piacerti anche!

Video Recenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.