Solo et Pensoso

“Devo Riflettere sugli Sbagli Fatti” – Filosofica Risposta per una Passeggiata al Parco

La riflessione merita luoghi di meditazione adeguati, questo il pensiero del giovane beccato a Rimini in Viale Regina Margherita.

Aprile 16, 2020

Solo et pensoso i più deserti campi
vo mesurando a passi tardi et lenti,
et gli occhi porto per fuggire intenti
ove vestigio human l’arena stampi.

Petrarca

Petrarca aveva visto lunghissimo con la prima quartina del leggendario sonetto. Oggi, infatti, settecento anni più tardi, un giovane albanese di 26 anni lo prende alla lettera cercando di sfuggire dalla frenetica vita casalinga, per ritornare a pensare ai suoi più profondi sbagli, in una sorta di viaggio introspettivo.

Viaggio, però, vietato dalla legge della quarantena, che viene così sorpreso dalla pattuglia della Polizia di Stato, che interroga il viandante sulla sua destinazione e sul motivo di questo suo peregrinare. Il giovane, afflitto, rivela ai poliziotti il suo atto meditativo, nato per affrontare “gli sbagli compiuti nella sua vita”.

Una nobile motivazione, la commiserazione che però non rientra nelle giustificazioni concesse dall’autocertificazione, necessaria per gli spostamenti durante la pandemia. Per cui, pur apprezzando la sincerità, crediamo che a proposito di sbagli, piuttosto che risolverne ne abbia semplicemente uno in più su cui riflettere.

Buddybar
Cibo e videogiochi sono la dieta migliore che esista. Se si accompagna poi con del trash d'annata allora il banchetto è pronto. Webtrasher dell'Antica Trasheria.

Potrebbe piacerti anche!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.