Pene Cuscino

Il Cuscino Penoso Che Non Ti Aspetti

Pene dell'inferno e ortaggi verdi e tondi di dimensioni differenti.

“C’è qualcosa di grande fra di noi” cantava Cremonini in una ormai vecchia canzone dei Lunapop. L’album aveva una copertina rosa e una rana dal verde acceso al centro. Questi sono gli spunti sovvenuti alla memoria che mi hanno permesso di recuperare quell’insieme di metafore e allusioni che questa canzone ha lasciato intendere per anni contro intenzione, entrando nel loop mnemonico degli ascoltatori più per il contorno che non per la melodia della stessa. 

Dalla frase presa in esame nell’incipit non vi sarà difficile sommare la seconda cifra del sistema arabo con un’altra seconda cifra del sistema arabo e arrivare al punto del discorso, più o meno. Quanto anticipato nasce in virtù di una riflessione lampo sorta a fronte della visione di un oggetto inconsueto. Questo.

Un pene-cuscino, un cuscino con un pene sopra, un pene che galleggia su un cuscino; con due occhi e un ciuffetto: che tenerone! L’accessorio è senza ombra di dubbio il compagno di divano ideale; potrebbe sovrapporsi tra due persone in una serata di Netflix & Chill esattamente come il membro maschile separa quotidianamente coscia destra da coscia sinistra, e il suo richiamo proprio nella parte frontale non fa che confermare il riferimento. Lo stile grafico ricalca gli stilemi della commedia porno, accattivante ed esplicita. 

Se non per l’utilizzo professionale, ne consigliamo la disposizione in una suppellettile eccentrica, goliardica, ma anche raffinata con uno stile post-moderno per mettere in ginocchio le ipocrisie del perfezionismo contemporaneo. Non faremmo torto a nessuno nel voler definire Dada questa soffice rappresentazione della separazione fallica tra moglie e marito, e lo facciamo giusto perché tutto ciò è in nostro potere. 

Ora non è disponibile al pubblico, vista la grande richiesta causa Covid, ma sicuramente ne prospettiamo un ritorno nei prossimi mesi. Il prezzo è ignoto e l’unico modo per venirne a capo è tirare a indovinare, un po’ come si faceva in “OK il prezzo è giusto!”. Ricordate?  

Buddybar
Cibo e videogiochi sono la dieta migliore che esista. Se si accompagna poi con del trash d'annata allora il banchetto è pronto. Webtrasher dell'Antica Trasheria.

Potrebbe piacerti anche!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.