Chef Tony, l’Uomo dei Miracoli

Che cosa accomuna i miei studi in geologia, gli scarponi anti infortunistica che usa mio padre per tagliare la legna, mia sorella che alle superiori tagliava pannelli di legno per fare modellini e mia madre che prepara pranzo e cena tutti i giorni?
Voi potreste pensare alla passione, all’impegno, alla fatica o alla necessità.
E se invece vi dicessi che non è nulla di ciò e che anzi, vi state completamente sbagliando?
Ora penserete, è possibile, ci sta che non ci siamo arrivati, non conosciamo te, tuo padre, tua sorella e nemmeno tua madre. Ma se vi dicessi che non ha assolutamente a che fare con nessuno di noi? Ci state capendo ancora meno lo so.
E allora ve lo dico io, quello che accomuna quanto detto non è altro che un uomo, all’anagrafe Anthony Joseph Notaro, meglio conosciuto come Chef Tony, padre di quello che è, ai suoi occhi e a quelli di migliaia di famiglie americane e italiane, il miglior set di coltelli al mondo: Miracle Blade, Serie Perfetta

Se avete più di 20 anni e da piccoli non giravate canale appena iniziava la pubblicità, ora vi staranno tornando alla mente emozioni che probabilmente pensavate di aver dimenticato e avrete sicuramente capito a cosa mi riferivo. In questo caso vi invito a mettere in pausa la lettura di questo articolo, recarvi in cucina, cercare voi sapete cosa e se volete, tagliateci una cipolla, potrete così mascherare la commozione provocata da quei dolci ricordi. 

Se arrivati a questo punto fate invece parte di quella stretta cerchia di persone che non conosce l’uomo in questione e i suoi magici (o forse dovrei dire miracolosi) coltelli, sedetevi e mettetevi comodi perché ho una fantastica storia da raccontarvi. E mi raccomando “non chiudete gli occhi e non girate la testa” Cit.

La storia che voglio raccontarvi è quella di un uomo, Anthony Joseph Notaro appunto.
Nasce a Brooklyn da una famiglia italoamericana e fin da piccolo mostra una forte e convinta passione per la cucina. Ma si sa, nella vita bisogna adattarsi e il buon giovane Anthony, soprannominato Tony, trova lavoro come venditore ambulante.
Si scopre subito molto abile nel mestiere e, capace di cogliere al volo l’occasione, combina questa sua capacità con l’amore della sua vita: la cucina. 

In brevissimo tempo (già nel ’82) si ritrova a girare spot pubblicitari di cucina per importanti aziende, riscontrando un successo tale da diventare più ben voluto dei prodotti stessi. Raggiunge l’apice della carriera nel 2002, quando vince il premio “TV Host of the Year Award”, grazie al suo spot della serie di coltelli “Miracle Blade III”. Spot che lo ha reso famoso anche nella patria dei suoi genitori, l’Italia.

A questo premio si aggiungono una “candidatura al Nobel” per la Fisica per i suoi studi sui centri di gravità nei coltelli, culminanti nella scoperta di quella che passerà poi alla storia come la “Sfera di Controllo Acugrip”. Alle telecamere dichiarerà che il merito della sua scoperta va interamente all’amico Arlan Lothe, che ai tempi viveva in una foresta nella contea di Adams.

Venne inoltre invitato ad un provino per una parte nel film “Il Grinch” dopo che il regista Ron Howard, mentre guardava la tv, rimase colpito dall’esclamazione dell’ormai affermato Tony “Potreste segarci un albero di Natale”.

In Italia, pur non ricevendo premi di alcun tipo, si aggiudica un posto nel cuore degli italiani e nelle loro case, grazie si ai suoi coltelli, ma soprattutto ai fantasiosi e sconsiderati metodi con cui ne presentava le prestazioni al pubblico.

Oggi, possiamo dirlo, entra di diritto anche nella nostra concezione di Trash. Il perché è anche la risposta al cosa accomuna me, mio papà, mia sorella e mia mamma.
Godetevi lo spettacolo.

Se voleste poi approfondire (e ve lo consiglio vivamente), la vostra cultura in ambito di lame, vi consiglio di andarvi a vedere questo video.

Francobollo
Mi piacciono le rocce. Studio le rocce. Mi piace il basket. Non gioco più a basket. Ora mi occupo anche di trash. Non è male.

Potrebbe piacerti anche!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.